top of page
  • SPa

Il biophilic design 🪴

Aggiornamento: 17 mar 2023

Il design biofilico è un approccio alla progettazione che si basa sull'ispirazione della natura per creare ambienti sani e confortevoli per gli esseri umani. Il concetto nasce dalla consapevolezza che gli ambienti costruiti hanno un impatto significativo sulla salute e il benessere delle persone e sull'ecosistema. L'idea mira a creare un equilibrio tra gli edifici e la natura, utilizzando principi naturali per migliorare la qualità dell'aria, la luce e il comfort degli spazi.


Unsplash


Gli edifici e gli spazi progettati con il design biofilico sono in grado di fornire un ambiente sano e confortevole, migliorando la qualità della vita degli abitanti e riducendo l'impatto ambientale. Ad esempio, l'utilizzo di piante e vegetazione all'interno degli edifici migliora la qualità dell'aria, riducendo i livelli di inquinamento e aumentando l'umidità. Inoltre, l'utilizzo di finestre e aperture per il controllo della luce naturale aiuta a migliorare la qualità della luce e a ridurre i costi energetici.

Il design biofilico si basa su principi scientifici e si ispira alla natura per creare ambienti sani e confortevoli. Ad esempio, gli edifici progettati con il design biofilico tengono in considerazione la direzione del vento, la posizione del sole, l'acqua e il suono per creare un ambiente equilibrato. Inoltre, il design biofilico utilizza materiali naturali e sostenibili per la costruzione degli edifici, riducendo l'impatto ambientale e migliorando la qualità dell'aria all'interno degli edifici.

Il design biofilico può essere applicato sia nell'architettura che nell'interior design, e può essere utilizzato in una vasta gamma di progetti, dalle case private alle grandi strutture commerciali e industriali. Ci sono già molti esempi di progetti di design biofilico in tutto il mondo, che dimostrano come questo approccio possa migliorare significativamente la qualità della vita degli abitanti e ridurre l'impatto ambientale.

E’ un approccio alla progettazione degli edifici e degli spazi che si basa sull'ispirazione della natura per creare ambienti sani e confortevoli per gli esseri umani.


SPa


I principi del design biofilico

Il principio del design biofilico si basa sull'utilizzo di principi naturali per creare ambienti sani e confortevoli per gli esseri umani. Questo approccio alla progettazione prende ispirazione dalla natura per creare un equilibrio tra gli edifici e l'ambiente circostante.

Una delle basi scientifiche del design biofilico è la bioclimatica, che si occupa di comprendere come il clima influisce sull'ambiente costruito e come gli edifici possono essere progettati per adattarsi al clima locale. Ad esempio, l'utilizzo di aperture per il controllo della luce naturale e la progettazione della forma degli edifici per sfruttare al meglio la brezza sono elementi di bioclimatica che possono essere utilizzati per migliorare il comfort degli edifici e ridurre i costi energetici.

Il design biofilico si ispira anche alla biologia, (per altro qui, urge uno spoiler privatissimo: prima di laurearmi in architettura feci un anno della facoltà di Scienze Biologiche, all'Università La Sapienza di Roma, studiando botanica, chimica inorganica, citologia e fisica, materie terribilmente affascinanti) utilizzando la vegetazione e le piante per migliorare la qualità dell'aria e creare un ambiente più salubre. Ad esempio, le piante possono essere utilizzate per filtrare l'aria e migliorare l'umidità, creando un ambiente più confortevole per gli esseri umani. Inoltre, il design biofilico utilizza materiali naturali e sostenibili per la costruzione degli edifici, riducendo l'impatto ambientale e migliorando la qualità dell'aria all'interno degli edifici.

Il design biofilico tiene anche in considerazione l'acqua, il vento e il suono per creare un ambiente equilibrato. L'utilizzo di fontane o giardini pensili può migliorare la qualità del suono all'interno degli edifici e creare un ambiente più piacevole. Inoltre, l'utilizzo di acqua in modo sostenibile, come la raccolta dell'acqua piovana, può contribuire a ridurre l'impatto ambientale degli edifici.

Quindi, il principio del design biofilico si basa sull'utilizzo di principi naturali per creare ambienti sani e confortevoli per gli esseri umani. Utilizzando la bioclimatica, la biologia, l'acqua, il vento e il suono, il design biofilico crea un equilibrio tra gli edifici e l'ambiente circostante, migliorando la qualità della vita degli abitanti e riducendo l'impatto ambientale.


SPa rendering di studio


Alcuni esempi

Ci sono molti esempi di progetti di design biofilico in tutto il mondo che dimostrano come questo approccio possa migliorare significativamente la qualità della vita degli abitanti e ridurre l'impatto ambientale.

Un esempio di progetto di design biofilico, il più famoso e il più ovvio, è il grattacielo Bosco Verticale ( https://it.wikipedia.org/wiki/Bosco_Verticale ) a Milano, dello Studio Boeri. Questo edificio pluripremiato è costruito con una struttura e soprattutto un layout di facciata che consente l'utilizzo di piante e vegetazione per creare un ambiente salubre all'interno dell'edificio. La vegetazione è utilizzata per migliorare la qualità dell'aria, ridurre i livelli di inquinamento e aumentare l'umidità. Inoltre, le piante aiutano a isolare termicamente l'edificio, sia per nella stagione calda che in quella fredda, riducendo i costi energetici. La distribuzione delle piante è soggetta ad un vero e proprio gradiente verticale: ciò che è piantumato ai primi livelli è differente da ciò che si trova nei livelli superiori. Segno di una progettazione davvero multidisciplinare. Si tratta per altro di un vero e proprio progetto pilota, in un certo senso, che lo studio milanese sta proficuamente esportando in altre realtà, nel suo concetto di base, segno evidente di un'idea davvero di successo.

Un altro esempio di progetto di design biofilico è il The Edge, di PLP Architecture, un edificio di uffici a Amsterdam, Paesi Bassi. Questo edificio (che viene dichiarato essere il "greenest building in the world", ma è una definizione che viene attribuita a diversi edifici in effetti ed è piuttosto difficile avere delle metriche definitive per stabilire chi lo sia effettivamente, ma tant'è!) è stato progettato per essere il più sostenibile possibile, utilizzando fonti di energia rinnovabili e tecnologie per il risparmio energetico. Inoltre, l'edificio è stato progettato per migliorare la qualità dell'aria all'interno dell'edificio attraverso l'utilizzo di piante e vegetazione.

Un altro esempio di progetto di design biofilico è il Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci a Milano ( https://www.museoscienza.org/en ), Italia. Questo edificio è stato progettato per essere il più sostenibile possibile, utilizzando fonti di energia rinnovabili e tecnologie per il risparmio energetico. Inoltre, l'edificio è stato progettato per migliorare la qualità dell'aria all'interno dell'edificio attraverso l'utilizzo di piante e vegetazione.

Questi sono alcuni esempi che però mostrano come il design biofilico (o in generale l'attenzione progettuale verso la sostenibilità attraverso anche l'uso di principi che di base esulano dalla composizione architettonica pura), possa essere utilizzato in progetti di architettura e interior design per migliorare la qualità dell'aria, la luce e il comfort degli spazi, e come possa contribuire a ridurre l'impatto ambientale. Il design biofilico è una soluzione innovativa e sostenibile per creare ambienti più salubri e confortevoli per gli esseri umani. E questo è un obiettivo decisamente intrigante.


Come applicare il design biofilico nella progettazione

La progettazione biofilica può essere incorporata in una varietà di progetti di architettura e interior design, sia in edifici commerciali che residenziali. Ci sono alcuni passi pratici che è possibile seguire per incorporare il design biofilico nei propri progetti:

  1. Comprendere il clima locale: è importante comprendere il clima e le condizioni ambientali del luogo in cui si sta progettando per poter creare un edificio che si adatti perfettamente al suo ambiente. Questo è davvero il must: ogni luogo ha le proprie specificità, non solo in termini storico culturali, ma anche tecnico scientifici (microclima e collocazione geografica).

  2. Utilizzare la luce naturale: l'utilizzo della luce naturale è essenziale per il design biofilico. È possibile utilizzare finestre, lucernari e aperture per il controllo della luce naturale per migliorare la qualità della luce all'interno dell'edificio e ridurre i costi energetici.

  3. Utilizzare materiali naturali e sostenibili: il design biofilico utilizza materiali naturali e sostenibili per la costruzione degli edifici, riducendo l'impatto ambientale e migliorando la qualità dell'aria all'interno degli edifici.

  4. Utilizzare la vegetazione: l'utilizzo di piante e vegetazione all'interno degli edifici migliora la qualità dell'aria, riduce i livelli di inquinamento e aumenta l'umidità.

  5. Coinvolgere i clienti e i team di progettazione: è importante coinvolgere i clienti e i team di progettazione nell'applicazione del design biofilico per assicurarsi che gli obiettivi del progetto vengano raggiunti.

Incorporando questi passi pratici nei propri progetti, è possibile utilizzare il design biofilico per creare ambienti sani e confortevoli per gli esseri umani, migliorando la qualità della vita degli abitanti e riducendo l'impatto ambientale. Inoltre, è importante scegliere i materiali e i prodotti adatti per il design biofilico, in modo da avere la certezza che essi siano sostenibili e a basso impatto ambientale.


Conclusioni

In conclusione, il design biofilico è un approccio innovativo alla progettazione degli edifici e degli spazi che si basa sull'ispirazione della natura per creare ambienti sani e confortevoli per gli esseri umani. Utilizzando principi naturali come la bioclimatica, la biologia, l'acqua, il vento e il suono, il design biofilico crea un equilibrio tra gli edifici e l'ambiente circostante, migliorando la qualità della vita degli abitanti e riducendo l'impatto ambientale.

I progetti di design biofilico come il Bosco Verticale, The Edge e il Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, mostrano come questo approccio possa essere utilizzato in progetti di architettura e interior design per migliorare la qualità dell'aria, la luce e il comfort degli spazi, e come possa contribuire a ridurre l'impatto ambientale.

Incorporando il design biofilico nei propri progetti, è possibile utilizzare principi naturali per creare ambienti più salubri e confortevoli per gli esseri umani, utilizzando materiali sostenibili e a basso impatto ambientale.

Il design biofilico è una soluzione importante per il futuro dell'architettura e del design, poiché ci permette di creare ambienti che siano in armonia con la natura, migliorando la qualità della vita delle persone e riducendo l'impatto ambientale. Incoraggiamo quindi a continuare ad esplorare e utilizzare il design biofilico in futuri progetti.



Comments


bottom of page